Come utilizzare correttamente una vasca ad ultrasuoni

Come utilizzare una vasca ad ultrasuoni.

L’azione pulente che si genera in una vasca di lavaggio ad ultrasuoni, deriva dalla vibrazione e cavitazione prodotta da onde sonore ad alta frequenza. A pulire le superfici degli oggetti quindi non sono direttamente gli ultrasuoni, ma la fine cavitazione e la grande vibrazione molecolare conseguente. Quest’ultima serie di fenomeni fisici consiste nell’implosione di microscopiche bolle di vapore createsi in zone di liquido a bassa pressione. La cavitazione è generalmente dannosa nei circuiti idrici, ma nel caso delle vasche di lavaggio, il fenomeno viene appositamente ricercato allo scopo di generare vibrazioni velocissime adatte ad asportare lo sporco dalle superfici degli oggetti. Per utilizzare correttamente un tale sistema di pulitura, potete seguire i suggerimenti di questa guida generale.

Assicuratevi di avere a portata di mano:

  • Vasca ad ultrasuoni
  • Liquido detergente o un solvente ecologico
  • Oggetto da lavare

Riempite la vasca d’acqua e riscaldatela fino alla temperatura di 40 o 70° C, a seconda del materiale e tipo di sporcizia da togliere, utilizzando la resistenza integrata o, nel caso in cui la vasca ne sia sprovvista, un normale fornello da laboratorio. Introducete un piccolo quantitativo (1-5 % del volume totale) di soluzione pulente e mescolate il tutto aiutandovi con una bacchetta di legno o di plastica. Quest’ultima operazione è molto importante, non solo per “amalgamare” la soluzione, ma soprattutto per creare una buona degassificazione (degassing), fondamentale per un’azione ottimale degli ultrasuoni. Introducete l’oggetto che desiderate pulire. In base al livello d’incrostazione o grasso presenti sul pezzo, potete decidere se utilizzare il lavaggio ad immersione diretta o il lavaggio a bagnomaria, ad esempio con un bicchiere in vetro resistente alla temperatura.

Nel primo caso, non poggiate l’oggetto sul fondo, ma appendetelo alla vasca utilizzando dei gancetti o mettetelo nel cestello forato, questo consentirà di mantenerlo alla giusta distanza dai trasduttori che si trovano sul fondo della vasca stessa. Nel secondo caso (da utilizzare per oggetti particolarmente delicati), introducete prima il pezzo da lavare in un contenitore con pareti sottili e poi quest’ultimo nella vasca, riempendola di liquido. Impostate il tempo di lavaggio (3 minuti può andar bene), e il livello degli ultrasuoni a un valore non eccessivo (30 kHz): eviterete in questo modo di danneggiare la superficie nei punti in cui essa è più debole o delicata (fialette, pinzette cromate, specchi, vetrini).

DIGITAL CAMERA

Vasca di lavaggio ultrasuoni con comandi digital pulse sweep intelligent degas fabbricata in italia da ULTRASUONI IE

Premete il pulsante che attiva gli ultrasuoni. Ricordatevi di proteggere il vostro udito (potete utilizzare una cuffia o dei tappi di cera), e di non mettere le mani all’interno della vasca durante il funzionamento. Se dopo il tempo impostato non avrete ottenuto i risultati desiderati, ripetete l’operazione agendo su una variabile per volta: provate prima ad aumentare il tempo di permanenza, mantenendo la stessa frequenza degli ultrasuoni e la stessa temperatura dell’acqua. L’esperienza vi aiuterà a capire meglio come utilizzare la macchina, arrivando ad impostare temperatura, tempi e detergente al valore ottimale.

Non dimenticate mai: non portate il liquido ad ebollizione, richiedete sempre una vasca con regolazione della temperatura e con regolazione del tempo di lavaggio.

Se la vaschetta è prodotta in italia avete più possibilità di essere protetti da garanzia e marchio di qualità europeo (CE). Se la macchina ultrasuoni è equipaggiata di sistema automatico di degasazione, regolazione potenza e frequenze in gioco, non avete errori di regolazione ogni volta che gli oggetti da pulire sono con diversa forma, materiale e quantità di sporco.