Linee guida per la pulizia e sterilizzazione

Linee guida per la pulizia e sterilizzazione di materiale metallico e strumenti chirurgici

Lavatrici-ultrasuoni-offcinaIntroduzione

• Si raccomanda la utilizzazione di acqua distillata o deionizzata a pH neutro sia per la pulizia che per la sterilizzazione.

Risciacquo
• Immediatamente dopo l‘impiego, risciacquare il materiale in acqua tiepida (non bollente). Essere sicuri di rimuovere tutti i residui, specie nei punti di più difficile accesso, eventualmente utilizzando spazzolini in nylon.

Pulizia
• Se il materiale non viene pulito subito dopo il risciacquo, immergerlo in una soluzione di acqua e di detergente neutro (pH7,0).

(a) Pulizia con ultrasuoni
Si suggerisce la pulizia manuale di tutta la strumentazione piccola e delicata.
Il ciclo di lavaggio dovrebbe essere di circa 5/10 minuti.
Gli strumenti devono essere completamente immersi e lasciati aperti e quelli taglienti come bisturi, forbici, etc. non devono essere a contatto con altre parti metalliche. Non inserire strumenti di differenti metalli (rame, acciaio, etc.) nello stesso ciclo di lavaggio. Attenersi alle raccomandazioni del produttore per quanto riguarda il ricambio della soluzione di lavaggio.
Al termine del trattamento ultrasonico, risciacquare con acqua distillata o deionizzata per rimuovere la soluzione degli ultrasuoni.

(b) Lavaggio / Sterilizzazione con apparecchiature automatiche
Attenersi alle istruzioni del fabbricante.

(c) Pulizia manuale
La pulizia con ultrasuoni è particolarmente indicata per strumenti chirurgici, specie quelli con parti in
movimento ed incernierate.

Se non si utilizza il lavaggio ad ultrasuoni, attenersi ai seguenti suggerimenti:
1. Usare solo spazzolini morbidi, mai quelli metallici.
2. Impiegare solo detergenti a pH neutro (7,0).
3. Il pH acido danneggia lo strato protettivo dell’acciaio.
4. Il pH alcalino determina il deposito di un colore marrone sulla superficie, simile alla ruggine, che potrebbe interferire sulla funzionalità dello strumento.
6. Trattare le superfici con uno spazzolino con molta cura, tenendo separati gli strumenti delicati con quelli generali.
7. Accertarsi che le superfici siano visivamente pulite ed esenti da incrostazioni, coloranti, materiale orga-
nico, etc. Le parti incernierate devono muoversi liberamente.
8. Risciacquare sotto acqua corrente (preferibilmente distillata o deionizzata) in particolare le parti incer-
nierate.

Dopo la pulizia
• Se il materiale deve essere immagazzinato, conservarlo in ambiente asciutto e pulito.

Sterilizzazione in autoclave
• A. Se richiesto, lubrificare il materiale con i fluidi suggeriti dal fabbricante.
B. Utilizzare le apposite buste per avvolgere gli strumenti singoli che devono essere in posizione aperta e disingaggiata per essere certi che siano raggiunti dal vapore.
Non sovraccaricare la camera di sterilizzazione in quanto possono formarsi delle “bolle” che impediscono al vapore di penetrare.
Non aprire il coperchio dell’autoclave immediatamente al termine del ciclo per impedire l’entrata di aria e la formazione di condensa sulla superficie del materiale sterilizzato.

Sterilizzazione a freddo
• Adottare la corretta tecnica, attenendosi alle informazioni del produttore.
Tenere bene in mente la differenza tra “sterilizzazione” (uccisione totale dei microrganismi) e “disinfezione” (inattivazione dei più comuni microrganismi patogeni).

disinfezione sterilizzazione Operazioni di disnfezione e sterilizzazione presso i nostri Clienti

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...